Cari fottutissimi amici ad Apriti Cinema: l’omaggio di Firenze a Paolo Villaggio

Ci ha lasciati Lunedì 3 Luglio, in un caldo pomeriggio di esate, l’attore Paolo Villaggio. Maschera comica e tragica, geniale inventore di sketch e battute che sono entrate a far parte del lessico quotidiano, creatore di personaggi come Fracchia e il ragionier Ugo Fantozzi, simboli di quell’uomo comune e ‘senza qualità’, perennemente succube dei suoi superiori e in lotta per una mediocre sopravvivenza, nei quali si sono specchiati gli italiani dalla metà degli anni ’70 in poi.

Genovese doc, nella sua attività di attore, sceneggiatore, doppiatore – oltre che scrittore – ha collaborato con i più grandi maestri del cinema, come Federico Fellini, Marco Ferreri, Lina Wertmüller, Ermanno Olmi e Mario Monicelli. Con quest’ultimo, oltre a film ‘Brancaleone alle crociate’ (1970), ha interpretato il film ‘Cari fottutissimi amici’ (1994), film che lo lega in modo particolare alla Toscana.

 Nel film siamo infatti nella Firenze del 1944, appena liberata dagli Alleati, e Ginepro Parodi, detto il signor Dieci, ex manager di boxe, mette in piedi una sgangherata squadra pugilistica per girovagare nelle fiere di paese e racimolare qualche solo o un pasto caldo. Sarà un’avventura on the road, alla quale si aggregheranno un disertore di colore americano, una giovane collaborazionista che si è concessa ai tedeschi e per questo è stata rapata a zero e perfino un cane. Dopo aver battuto in lungo e in largo la campagna toscana, il gruppo cercherà infine di tornare a Firenze.

La proiezione del film ‘Cari fottutissimi amici’, Martedì 4 luglio (ore 22.30), all’arena Apriti Cinema nel piazzale degli Uffizi, nell’ambito dell’Estate Fiorentina, è l’omaggio e l’ultimo saluto di Firenze al grande Paolo Villaggio. (Ingresso libero)

 

VAI AL PROGRAMMA COMPLETO DI APRITI CINEMA 2017

FacebookTwitterWhatsAppEmail