Clorofilla Film Festival

Dal 27 al 29 ottobre a Spazio Alfieri torna il Clorofilla Film Festival. l festival di cinema di Legambiente insieme alla sala storica fiorentina e in collaborazione con Quelli della Compagnia  propone documentari su temi attuali come l’agricoltura sostenibile, l’economia civile, la bioarchitettura, l’arte nei parchi, l’inquinamento.

PROGRAMMA

Venerdì 27 ottobre

ore 18.00
Ci vuole un fiore
 (52’) di Vincenzo Notaro (orti urbani)
Nel 2008 è nato il primo orto urbano di Roma, nel quartiere della Garbatella. Il documentario narra la lotta di semplici cittadini, per il recupero della terra, contro un’amministrazione lenta e sonnacchiosa ancorata a vecchi modelli economici.

ore 19.30 
L’occasione bruciata. Quando la bioenergia fallisce (49’) di Luca Bonaccorsi, Alessandro De Pascale (bioenergia)
Energia rinnovabile, da materie organiche, soprattutto da residui: così si era immaginata la possibilità di un futuro migliore. Al contrario esso è sempre più simile a una terra saccheggiata, in cui la distruzione insensata di foreste e l’utilizzo di colture alimentari per l’energia va di pari passo con un’eccedenza di finanziamenti pubblici che hanno provocato più danni di quanto si possa immaginare.

Ore 20.30
Immondezza (45’) di Mimmo Calopresti (rifiuti)
Un documentario per raccontare l’iniziativa Keep Clean and Run, un viaggio nel Sud dell’Italia tra bellezze e rifiuti. 350 km di panorami mozzafiato, tra strade e sentieri, dal Vesuvio all’Etna per compiere azioni di pulizia dei rifiuti abbandonati lungo il percorso.

Ore 21.30
Veleno (101’) di Diego Olivares (terra dei fuochi) con Luisa Ranieri, Massimiliano Gallo, Salvatore Esposito
Il dramma di un territorio violato, contaminato dai veleni che criminali senza scrupoli hanno disseminato in buona parte del casertano. In un piccolo centro di quella provincia, un’umile famiglia di agricoltori rifiuta di lasciare che i suoi terreni diventino una discarica a cielo aperto.

 

sabato 28 ottobre

ore 18.00
presentazione libro Effetto serra effetto guerra di Antonello Pasini, Grammenos Mastrojeni
Vedere il problema dell’immigrazione e dei conflitti dalla parte del clima. Una prospettiva inedita. Quanto i cambiamenti climatici influiscono sulle migrazioni e sulle crisi internazionali? Più il deserto avanza più le ondate migratorie aumentano. Più cresce il pericolo di guerre.

ore 19.30
corti vincitori concorso Migrarti Mibact 2017 

Ore 20.30
Con i piedi per terra (86’) di Andrea Pierdicca (agricoltura)
Nelle campagne italiane esistono persone che hanno scelto di radicarsi sul territorio per coltivarlo in maniera autonoma, efficiente, rispettosa dell’ambiente. Sembra una favola sbarazzarsi dei metodi agroindustriali eppure oggi in Italia c’è chi vive questa favola tutti i giorni.

Ore 22.00 
Finché c’è prosecco c’è speranza  (101’) di Antonio Padovan con Giuseppe Battiston, Roberto Citran (tutela del territorio) – ANTEPRIMA NAZIONALE
Campagna veneta, colline del Prosecco. L’ispettore Stucky  è chiamato a investigare su un apparente caso di suicidio. Tra filari e bollicine, il tenace ispettore si confronta con bottai, osti, confraternite di saggi bevitori, realizzando che la chiave per risolvere il mistero sta nella peculiare visione della vita che anima la zona.

 

domenica 29 ottobre

ore 16.00 
Sasha e il polo Nord (81’) di Rémi Chayé 200 (film d’animazione per bambini)
Sasha, giovane aristocratica russa, sogna il Grande Nord e si strugge per suo nonno Oloukine, un rinomato scienziato ed esploratore dell’Artico che non ha mai fatto ritorno dall’ultimo viaggio alla conquista del Polo Nord. Un giorno Sasha decide di partire alla ricerca del nonno.

ore 18.00 
Dusk Chorus – Based on Fragments of Extinction di David Monacchi (60’) di Nika Saravanja, Alessandro D’Emilia (biodiversità, Amazzonia)
Un viaggio sonoro nella foresta amazzonica dell’Ecuador. Un’esperienza sensoriale, scientifica e poetica al tempo stesso, guidata dal ricercatore e compositore eco-acustico David Monacchi, autore del progetto Fragments of Extinction.

ore 21.30
Premiazione concorso Clorofilla 2017

ore 21.45 
La vita è una beffa di e con Daniele Parisi (spettacolo)
Cibo, amore, malattia ed esistenzialismo. Monologhi scritti sul pubblico, intrecci d’amore disperati, canzonette oscene e malinconiche. Spettacolo in continua evoluzione che sistematizza pezzi di repertorio con pezzi inediti. Un one man show. Spettacolo punk per pubblico mezzo addormentato.
Il linguaggio teatrale prova a scendere dal palco e a dialogare tra il pubblico. Non c’è niente da insegnare, semmai da disperdere, da dimenticare.

 

biglietti

Giornaliero: 10 euro (il biglietto dà diritto a tutte le proiezioni della giornata)

Pomeridiano: (proiezioni fino alle 20.30): 6 euro – 5 euro ridotto

Serale: (Proiezioni dalle 20.30): 6 euro – 5 euro ridotto

FacebookTwitterWhatsAppEmail