Al via la terza edizione di APRITI CINEMA! [7 luglio – 31 luglio]

Dal 7 al 31 luglio si riconferma l’Arena Estiva di Piazza Santissima Annunziata con la terza edizione di Apriti Cinema!, la rassegna cinematografica dei grandi festival fiorentini e internazionali, un progetto di Quelli della Compagnia per il Comune di Firenze in occasione dell’Estate Fiorentina 2014.
Le proiezioni, che si terranno ogni giorno alle 21.30, sono ad ingresso libero.

Ogni lunedì appuntamento con Lo Schermo dell’Arte: Notti di Mezza Estate (V Edizione) una rassegna quest’anno interamente dedicata agli artisti estranei al sistema globale dell’arte contemporanea, i cosiddetti “outsiders; i martedì saranno dedicati a Michelangelo e il cinema, rassegna cinematografica organizzata dall’Accademia delle Arti del Disegno di Firenze in occasione dei 450 anni dalla morte del grande artista; mercoledì largo al Festival dei Popoli con “Born to be a writer”, un viaggio alla scoperta dei grandi scrittori che hanno fatto la storia della letteratura mondiale; giovedì si riconferma il Premio Fiesole ai Maestri del Cinema 2014 quest’anno dedicato al cinema di Tornatore.
Protagonisti delle altre serate saranno i festival della Primavera di Cinema Orientale (WA!Japan Film Festival, Florence Korea Film Fest e Film Middle East Now), della 50 Giorni di Cinema Internazionale a Firenze (NICE, Balkan Florence Express,  River to River Florence Indian Film Festival, Festival Internazionale di Cinema e Donne, Florence Queeer Festival, La Finestra sul Nord e Immagini e Suoni del Mondo – Festival del Film Etnomusicale).

scarica

PROGRAMMA COMPLETO:

locandina_A4

Lunedì 7 Luglio ore 21.30
Lo Schermo dell’Arte: Notti di Mezza Estate ( V Edizione)
FINDING VIVIAN MAIER
di John Maloof e Charlie Siskel (USA 2013, 84’)
Con la sua Rolleiflex sempre appesa al collo, Vivian Maier ha realizzato nella sua vita migliaia di scatti fotografici. Eppure, fino a quando John Maloof non ha acquistato a un’asta i suoi vecchi negativi, di lei si sapeva soltanto che aveva lavorato come tata per alcune famiglie della città. Il documentario indaga la vicenda di questa fotografa, ripercorrendo la clamorosa scoperta che ha portato al riconoscimento postumo della sua opera.

Martedì 8 luglio ore 21.30
Accademia delle Arti del Disegno di Firenze MICHELANGELO E IL CINEMA
IL TORMENTO E L’ESTASI
di Carol Reed (Regno Unito 1965, 140′)
Nello splendore dell’Italia rinascimentale, Michelangelo viene incaricato da Papa Giulio II di realizzare un affresco nella Cappella Sistina. Durante la lavorazione dell’opera, la geniale creatività di Michelangelo si scontra con la curia romana e con il Papa che vorrebbe costringere l’artista a seguire la sua volontà. Preso dallo sconforto e dal dubbio, Michelangelo troverà nella sua opera la forza per andare contro le convenzioni del suo tempo.

Mercoledì 9 Luglio ore 21.30
Festival dei Popoli presenta: BORN TO BE A WRITER
BUKOWSKI: BORN INTO THIS
di John Dullaghan (USA 2003, 120′)
Davanti alla macchina da presa Charles Bukowski tiene fede all’immagine di ribelle asociale tipica dei suoi alter ego: i tanti protagonisti di racconti, romanzi e poesie che compongono un’opera che mescola spunti autobiografici ad una visione antieroica dell’esistenza. Lo seguiamo nella sua “Los Angeles di ordinaria follia” e nel ricordo di alcuni amici celebri: Sean Penn, Bono Vox, Tom Waits.

Giovedì 10 luglio ore 21.30
Premio Fiesole ai Maestri del Cinema 2014 L’uomo dei sogni – Il cinema di Tornatore a cura dell’associazione Gli Spostati
IL CAMORRISTA
di Giuseppe Tornatore (Italia 1986, 170’)
La trascinante opera prima di Tornatore, tratta dal romanzo di Giuseppe Marrazzo, ripercorre l’irresistibile ascesa criminale di o’ Professore (personaggio che adombra il boss Raffaele Cutolo), dalle umiliazioni dell’infanzia povera al controllo totale, anche dal carcere, della Nuova Camorra Organizzata. Un vivido affresco della malavita campana anni ’80 e le sue imbarazzanti connessioni politiche.

Venerdì 11 Luglio ore 21.30
WA! Japan Film Festival
WOLF CHILDREN
di Mamoru Hosoda (Giappone 2012, 117′)
“Il mondo è pieno di cose che non conosco”. Mamoru Hosoda, astro nascente dell’animazione giapponese, racconta la straordinaria storia di Hana e dell’ultimo sopravvissuto della stirpe degli uomini-lupo. Dal loro amore, forte e istintivo, nasceranno due bambini. Cresceranno lontani dalla civile e intollerante metropoli, in una natura che saprà accoglierli sia come lupi che come piccoli umani.

Sabato 12 Luglio ore 21.30
Florence Korea Film Festival
HOW TO USE GUYS WITH SECRET TIPS
di Lee Won-Suk (Corea del sud 2013, 115’)
Bo-na, 30 anni, è l’assistente di un regista di spot rozzo e maschilista. Costretta a vivere nell’ombra, la ragazza ha ormai capito di trovarsi a un punto morto della sua carriera e della sua vita. La soluzione per uscirne gliela fornisce una videocassetta che insegna alle donne a “usare gli uomini a proprio vantaggio, con intelligenza”. Basta seguire passo passo i preziosi consigli per ottenere dagli uomini tutto ciò che si vuole…

Domenica 13 Luglio ore 21.30
N.I.C.E. Festival
EMMA SONO IO
di Francesco Falaschi (Italia 2002, 107’)
Durante le vacanze estive, per un disguido, Emma interrompe la cura che controlla il suo umore instabile. Con la sua euforia e la sua spietata sincerità porta energia e scompiglio tra le persone che le stanno vicino.
a seguire:
IL PRIMO INCARICO
di Giorgia Cecere (Italia 2011, 90’)
1953, Nena deve lasciare famiglia e fidanzato per trasferirsi in un paesino della Puglia ed assumere il suo primo incarico di maestra di scuola. Ad accoglierla, però, è una realtà ostile, quasi arcaica.

Lunedì 14 Luglio ore 21.30
Lo Schermo dell’Arte: Notti di Mezza Estate ( V Edizione)
TURNING THE ART WORLD INSIDE OUT
di Jack Cocker (Regno Unito 2013, 70’)
Partendo dalla Biennale di Venezia 2013, il documentario ricostruisce la storia della cosiddetta “outsider art”. Nel tentativo di definire la pluralità di esperienze che si nascondono sotto quest’unica etichetta, il regista ha varcato le soglie di centri di produzione, gallerie e studi privati, incontrando gli affascinanti protagonisti di questo universo creativo che appare sempre più integrato al sistema ufficiale dell’arte.

Martedì 15 Luglio ore 21.30
Accademia delle Arti del Disegno di Firenze MICHELANGELO E IL CINEMA
LA PRIMAVERA DI MICHELANGELO
di Jerry London (Italia/USA 1990, 274′)
La giovinezza del grande Michelangelo, dalla nascita del suo genio all’incarico di affrescare la Cappella Sistina, e sullo sfondo gli avvenimenti politici e religiosi del Quattro-Cinquecento. Tra la Firenze dei Medici e la Roma papalina il giovane artista conosce personaggi come Lorenzo il Magnifico, Leonardo Da Vinci e Gerolamo Savonarola.

Mercoledì 16 Luglio ore 21.30
Festival dei Popoli presenta: BORN TO BE A WRITER
WITH LOVE FROM TRUMAN
di Albert Maysles, David Maysles, Charlotte Zwerin (USA 1966, 29′)
Nel 1965 viene pubblicato A sangue freddo, “non fiction novel” che fece del suo autore, Truman Capote, una star internazionale della letteratura. Nello stesso anno, poco dopo la pubblicazione del romanzo, lo scrittore riceve nella sua casa di fronte al mare una giovane giornalista. Albert e David Maysles – maestri del direct cinema – riprendono il colloquio nel quale Capote racconta con passione e senso dell’umorismo la genesi del libro.
a seguire:
TRUMAN CAPOTE A SANGUE FREDDO
di Bennett Miller (USA/Canada 2005, 114′)
Nel 1959, Truman Capote legge sul giornale del terribile omicidio di un’intera famiglia avvenuto in Kansas. Ispirato dalla notizia, raggiunge il villaggio dove è avvenuto il delitto in cerca di materiale per un libro. Philip Seymour Hoffman interpreta Capote e fornisce un’interpretazione strabiliante del grande scrittore americano.

Giovedì 17 Luglio ore 2130
Balkan Florence Express
OBRANA I ZAŠTITA/ A STRANGER
di Bobo Jelčić (Croazia/Bosnia 2013, 87’)
Quando un vecchio amicodi Slavko muore, Slavko si sente obbligato ad andare al funerale. Ma nella sua città, Mostar in Bosnia, questo semplice obbligo sociale potrebbe causargli molti problemi. É una storia di vita quotidiana in una società fratturata e un mondo dove la paranoia, la commedia e il dramma co-esistono. Premio speciale della giuria e miglior attore protagonista al Sarajevo Film Festival 2013.

Venerdì 18 Luglio ore 21.30
River to River. Florence Indian FIlm Festival
LESSONS IN FORGETTING
di Unni Vijayan (India 2012, 96’)
Tratta dal romanzo di Anita Nair, una storia avvincente di redenzione e di perdono che scalda il cuore facendoci comprendere l’importanza di una seconda occasione. Un padre single cerca disperatamente di capire che cosa sia accaduto alla figlia adolescente. Ad aiutarlo nell’impresa sarà Meera, madre single. Il film tocca tematiche sensibili come la discrimi- nazione e la violenza, attraverso uno sguardo prettamente maschile.

Sabato 19 Luglio ore 21.30
Festival internazionale di cinema e donne
NORA
di Giustino De Michele (Italia 2013, 18’)
Presentato al Cannes Short Film Corner e prodotto da Cristina e Elena Toccafondi per Stringolo. E’ la storia di anziano costretto a letto che il giorno del suo compleanno riceve una visita inaspettata e incredibile…
a seguire:
PORA UMIERAC
di Dorota Kedzierzawska (Polonia 2007, 101’)
Tra umorismo e malinconia, l’intenso ritratto di una novantenne: un’ elegante signora dallo sguardo disincantato e intelligente. Una bellissima favola realistica e una grande prova d’attrice.

Domenica 20 Luglio ore 21.30
Premio Fiesole ai Maestri del Cinema 2014 L’uomo dei sogni – Il cinema di Tornatore a cura dell’associazione Gli Spostati
LA LEGGENDA DEL PIANISTA SULL OCEANO
di Giuseppe Tornatore (Italia/Usa 1998, 165’)
Alla presenza del regista
Dal monologo Novecento di Baricco, Tornatore ha costruito un affascinante viaggio musicale a ritroso nella prima metà del XX secolo, complice Morricone, per illustrare le imprese di Danny Boodman, nato e cresciuto sul transatlantico Virginian abbracciato al suo inimitabile piano. La musica è la sua unica ragione di vivere, il suo amore per gli altri, la sua ragione di morire.

Lunedì 21 luglio ore 21.30
Lo Schermo dell’Arte: Notti di Mezza Estate (V Edizione)
WORLDSTAR
di Nataša von Kopp (Germania/Repubblica Ceca 2007, 76’)
Miroslav Tichy non si è mai curato delle cose del mondo e neppure del successo tardivamente ottenuto dalle sue fotografie. Inviso a molti per la stravaganza caratteriale e nell’aspetto, più volte recluso perché considerato ribelle sotto il regime comunista, Nataša von Kopp lo ritrae ormai anziano nella sua abitazione a Kyjov, dove la solitudine della sua esistenza solo di rado viene interrotta dalle visite di pochi amici.

Martedì 22 Luglio ore 21.30
Accademia delle Arti del Disegno di Firenze MICHELANGELO E IL CINEMA
LO SGUARDO DI MICHELANGELO
di Michelangelo Antonioni (Italia 2004, 15′)
In un magniloquente silenzio, il Maestro 92enne Antonioni incontra il Mosè di Michelangelo Buonarroti, nella chiesa di San Pietro in Vincoli (Roma).I loro sguardi si incrociano: dialogano sull’immortali- tà dell’Arte.
a seguire:
MICHELANGELO – IL CUORE E LA PIETRA
di Giacomo Gatti (Italia 2012, 60’)
Docufiction prodotta da Sky Italia che racconta il Michelangelo privato, quello delle lettere e dei disegni con le sue passioni e tormenti, attraverso le tappe fondamentali del suo percorso privato e artistico. Massimo Odierna interpreta il giovane Michelangelo mentre Rutger Hauer, noto a tutti per il capolavoro di Ridley Scott, Blade Runner, veste i panni l’artista da vecchio, vissuto fino all’incredibile età di 89 anni.

Mercoled’ 23 luglio ore 21.30
Festival dei Popoli presenta: BORN TO BE A WRITER
SALINGER – IL MISTERO DEL GIOVANE HOLDEN
di Shane Salerno (USA 2013, 120′)
Per oltre cinquant’anni, JD Salinger, lo sfuggente autore de Il giovane Holden, è stato oggetto di indagini giornalistiche, ricerche, pettegolezzi. Tutti i tentativi di saperne di più sullo scrittore, preoccupato in maniera maniacale della difesa della propria privacy, sono stati ostacolati dal muro che aveva alzato intorno a sé e Salinger è rimasto in gran parte un enigma. Almeno sino ad oggi…

Giovedì 24 Luglio ore 21.30
Premio Fiesole ai Maestri del Cinema 2014 L’uomo dei sogni – Il cinema di Tornatore a cura dell’associazione Gli Spostati
STANNO TUTTI BENE
di Giuseppe Tornatore (Italia/Francia 1990, 125’)
Matteo Scuro ha un ricordo dei figli sparsi per l’Italia come se fossero ancora bambini felici. Non vedendoli da tempo, parte dalla Sicilia per le città del Nord a cercarne le tracce, ma tra incubi, sogni e disillusioni si accorgerà che la realtà è ben più amara della memoria. E ora che ha aperto gli occhi miopi, al ritorno consola la moglie morta con quella pietosa bugia: “Stanno tutti bene”.

Venerdì 25 luglio ore 21.30
Film Middle East Now
AUSCHWITZ ON MY MIND
di Assaf Machnes (Israele/Polonia/UK 2013, 16’)
Il viaggio tragicomico di un adolescente israeliano, che cerca di far colpo su una sua compagna di classe, mentre sono in gita scolastica ad Auschwitz, tra memoriali dell’olocausto e campi di concentramento.
a seguire:
ONLY IN NEW YORK – PEACE AFTER MARRIAGE
di Bandar Albuliwi e Ghazi Albuliwi (Francia/Turchia/USA 2013, 86’)
Arafat e’ un trentenne arabo newyorkese. Vive ancora con i genitori, che non aspettano altro che si sposi con una donna musulmana. Ma Arafat è ossessionato dal sesso e si sente solo. Il suo amico Kenny, gli propone una soluzione: sposare una ragazza per fargli ottenere il permesso di soggiorno in America… ma scopre che è un’israeliana!

Sabato 26 Luglio ore 21.30
Florence Queer Festival
PIU’ BUIO DI MEZZANOTTE
di Sebastiano Riso (Italia 2014, 94’ )
Davide non è un adolescente come gli altri. C’è qualcosa in lui che lo fa somigliare ad una ragazza. A quattordici anni scappa di casa e si rifugia nel parco più grande di Catania: Villa Bellini, il mondo degli emarginati, che il resto della città fa finta di non vedere. Quando Davide sembra aver trovato un equilibrio, il passato, da cui stava fuggendo, torna a fargli visita… Opera prima presentata alla Semaine de la Critique – Cannes 2014.

Domenica 27 Luglio ore 21.30
Una finestra sul nord
BODY FAT INDEX OF LOVE
di Mikko Kuparinen (Finlandia 2012, 98’)
Una commedia divertente e coraggiosa. Un uomo e una donna, troppo impegnati per intraprendere una relazione sentimentale, si trovano a dover girare la Finlandia per cercare lo slogan perfetto per un’agenzia pubblicitaria. Dovranno gareggiare insieme per vincere la tipica gara finlandese di “corsa con moglie in spalla”.

Lunedì 28 Luglio ore 21.30
Lo Schermo dell’Arte: Notti di Mezza Estate (V Edizione)
MAR WENCOL
di Jeff Malmberg (USA 2010, 83′)
Marwencol è il nome del villaggio ambientato nell’Europa della 2a Guerra Mondiale che Mark Hogancamp ha creato nel giardino della sua abitazione, per superare i traumi psicofisici causatigli da un’aggressione. Gulliveriano artefice delle avventure di questo piccolo mondo, Hogancamp ne è anche lo straordinario fotoreporter. Quando le sue fotografie vengono esposte in una galleria newyorkese, l’autoterapia di Mark si trova a essere considerata arte.

Martedì 29 Luglio ore 21.30
Immagini e suoni del mondo. Festival del film etnomusicale
VIRAMUNDO
di Pierre-Yves Borgeaud (Brasile 2013, 95’)
Dopo decenni di successo, il maestro brasiliano della musica Gilberto Gil parte per un nuovo tour attraverso l’emisfero sud del pianeta. Con la passione di sempre, Gilberto Gil continua il suo impegno iniziato come primo ministro della cultura nero in Brasile: promuovere la diversità cul- turale nel mondo globalizzato. Tra incontri e concerti scopriamo la sua visione di un futuro dove le diversità sono sempre più connesse tra di loro.

Mercoledì 30 Luglio ore 21.30
Festival dei Popoli presenta: BORN TO BE A WRITER
Mercoledì 30 Luglio ore 21.30
CAMBIO PROGRAMMA
POLITICAMENTE SCORRETTO – THE HUNTER S. THOMPSON’S GONZO
di Alex Gibney (Usa 2008 – 120′)
Questo documentario è incentrato sulle pietre miliari della incredibile vita dello scrittore americano Hunter Thompson: il suo rapporto con gli Hell’s Angels, la sua candidatura quasi riuscita per l’ufficio di sceriffo a Tremola nel 1970, il suo coinvolgimento nella campagna presidenziale del con il senatore McGovern e altro ancora. Voce narrante del film è l’attore Johnny Depp.

Giovedì 31 Luglio ore 21.30
Premio Fiesole ai Maestri del Cinema 2014 L’uomo dei sogni – Il cinema di Tornatore a cura dell’associazione Gli Spostati
BAARÌA
di Giuseppe Tornatore (Italia/Francia 2009, 150’)
Un ragazzino corre a perdifiato per le viuzze assolate di Bagheria per comprare un pacchetto di sigarette e la favola epica di Tornatore spicca il volo attraversando di mezzo secolo di storia siciliana, dagli anni Trenta agli Ottanta, con uno sguardo meticoloso, eccessivo fino al barocco. Una maniera poetica e nostalgica per fare i conti con la propria isola, terra della memoria e dell’immaginario.